27/01/2014

Defibrillazione Precoce

dae

L’uso del defibrillatore automatico esterno (DAE), autorizzato dalla Legge n°120 del 3 aprile 2001, ha visto in Valle d’Aosta la sua prima diffusione grazie a una raccolta di fondi su iniziativa del dott. Ciancamerla, Presidente dell’Associazione “Les Amis du Coeur” e di Mauro Cometto, al tempo Presidente della Federazione Regionale dei VdS. La collaborazione tra le due Organizzazioni, e  l’entusiasmo e professionalità dei  Volontari del Soccorso ma soprattutto dalla generosità della popolazione Valdostana, hanno permesso che il progetto, battezzato “la Scarica che ti Ricarica”, si potesse rapidamente concretizzare. Progetto concretizzato con la raccolta fondi: grazie alla lotteria che ha coinvolto circa 34.000 cittadini Valdostani, con il contributo della Fondazione CRT e ad altre iniziative filantropiche essenziali per sostenere il progetto la Scarica che ti Ricarica. Lo scopo, di coinvolgere la comunità Valdostana nel progetto, aveva l’obbiettivo principale quello di rendere partecipe la popolazione come soggetto attivo di una iniziativa fondamentale come quella della diffusione della defibrillazione precoce.

L’esito finale del progetto era quello di garantire alla popolazione Valdostana e ai numerosi turisti che frequentano la nostra Regione un intervento tempestivo e immediato dei Volontari del Soccorso, adeguatamente formati ma soprattutto attrezzati di un DAE in ogni località della Valle d’Aosta, ma soprattutto in quelle zone che, a causa della morfologia del territorio, sono situate lontane dal presidio ospedaliero. Dotare le diverse Organizzazioni di defibrillatori semiautomatici ha significato assicurare, in caso di arresto cardiocircolatorio, un soccorso immediato, fondamentale per aumentare le possibilità di sopravvivenza dei pazienti.

Ancora una volta la Federazione Regionale dei VdS, ha messo in evidenza il ruolo anticipatore delle  Organizzazioni di volontariato nell’introdurre nuove strumentazioni e tecnologie, così come è   sottolineato al Convengo “Una Montagna di Salute”, svoltosi a Cogne nel 2005, sullo stato dell’arte della defibrillazione precoce in sede extra-ospedaliera mediante l’utilizzo di defibrillatori semiautomatici in Valle d’Aosta. 

“La scelta iniziale  si è rivelata vincente perché ha permesso un’importante opera di sensibilizzazione sia nei confronti del cittadino, sia verso le Istituzioni politiche, sull’importanza della defibrillazione precoce nel trattamento della morte cardiaca improvvisa, soprattutto in un contesto morfologico come quello montano della nostra Regione.”

Oggi tutte le Organizzazioni federate hanno a bordo dell’ambulanza il defibrillatore e si possono contare oltre cinquecento operatori abilitati a questo tipo di soccorso avanzato. In tal senso è significativa la testimonianza di un volontario del soccorso. 

Il progetto è stato vincente in quanto oggi, la Defibrillazione precoce, è una realtà ampiamente consolidata e diffusa, non solo nel Sistema dell’Emergenza-Urgenza, ma anche presso strutture ricettive private aperte al pubblico come alberghi, strutture commerciali, strutture di servizio ecc., ad oggi sono 163 i DAE presenti sul territorio Regionale, con oltre 3050 operatori abilitati al BLS-D.


Azienda USL - DAE
Referente: CAMPAGNOL ROMINA
Locandina Defibrillazione precoce
RELAZIONE UTILIZZO DAE 2001-2013