Formazione V.d.S.

2172

Il volontariato, oggi definito “professionale”, storicamente nasce come caritativo e di reciproco aiuto per poi subire una profonda evoluzione verso la professionalizzazione del volontario del soccorso.

Le Organizzazioni di Volontariato del Soccorso esprimono chiaramente questa immagine di volontariato professionale, in quanto erogano servizi specifici che richiedono un grado di competenze elevato e impiegano, a titolo gratuito, volontari che si sono specificamente formati e sono in grado di offrire un’attività qualificata secondo criteri e procedure stabiliti e concordati con la Regione Autonoma Valle d'Aosta.  

Cosi come viene citato nelle Legge Regionale sull’Emergenza-Urgenza n°4 del 13/03/08.

Gli obbiettivi della Formazione sono molteplici e devono rispondere alle esigenze operative quotidiane, ovvero:
- Conoscere il proprio ruolo e competenze;
- Conoscere i sistemi di auto-protezione e sicurezza e salute nel rispetto del D.lgs 81/08;
- Conoscere le procedure del Triage extraospedaliero;
- Conoscere ed avere le abilità nelle manovre di supporto alle funzioni vitali;
- Conoscere ed avere abilità nelle manovre di immobilizzazione e gestione del paziente poli-traumatizzato;
- Conoscere tutti i protocolli di coordinamento della Centrale 118;
- Conoscere ed avere abilità nell’uso corretto delle attrezzature presente all’interno dei mezzi di soccorso di competenza dell’Ente di cui fate parte;
- Conoscere il proprio ruolo e competenze;
- Conoscere i sistemi di auto-protezione e sicurezza e salute nel rispetto del D.lgs 81/08;
- Conoscere le procedure del Triage extraospedaliero;
- Conoscere ed avere le abilità nelle manovre di supporto alle funzioni vitali;
- Conoscere ed avere abilità nelle manovre di immobilizzazione e gestione del paziente poli-traumatizzato;
- Conoscere tutti i protocolli di coordinamento della Centrale 118;
- Conoscere ed avere abilità nell’uso corretto delle attrezzature presente all’interno dei mezzi di soccorso di competenza dell’Ente di cui fate parte;

La formazione dei Volontari del Soccorso si sviluppa su diversi moduli, per accedervi è necessario svolgere 40 ore di servizio come  3° componente di equipaggio sui mezzi di soccorso delle Organizzazioni Federat e tutto il percorso formativo è regolamentato dalla Delibera della Giunta Regionale n° 3428 del 30 novembre 2007.

Contatti:

Responsabile Formazione e Aggiornamento personale Volontario del Soccorso:

Dott. IIRITI ANTONIO

MORABITO MARIA

 


DELIBERA DI GIUNTA REGIONALE n° 3428 del 30 novembre 2007
DELIBERA DI GIUNTA REGIONALE n.935 del 27 LUGLIO 2018 "Tessera Regionale"


Corso BLS-D

20100502_esercitazione_morgex-(95)(Basic Life Support & Defibrillation) – 8 ore

Durante questo modulo l'aspirante volontario del soccorso acquisisce le nozioni necessarie a riconoscere i parametri vitali di un paziente e nel caso a praticare la rianimazione cardio-polmonare (RCP) con l'ausilio del defibrillatore semi-automatico (DAE). 

Il modulo, condotto da istruttori IRC, ovvero personale sanitario dell'Azienda USL Valle d'Aosta, ha la durata di 8 ore e prevede un esame teorico e pratico per il rilascio dell'attestato all'utilizzo del DAE. 

I volontari del soccorso diventano operativi con autorizzazione nominale da parte dell'Azienda USL Valle d'Aosta con validità annuale. Per mantenere l'abilitazione e l'autorizzazione il personale operativo deve svolgere obbligatoriamente una verifica annuale frequentando un corso di aggiornamento della durata di 3 ore obbligatorie.



Modulo A

IMG_2036(AVTS – ausiliario volontario del trasporto sanitario) – 44 ore

La parte teorica del modulo A prevede, tra l'altro, l'acquisizione di nozioni storiche sulla nascita del volontariato del soccorso e sul ruolo del volontario stesso, la conoscenza dell'Organizzazione del sistema di emergenza-urgenza 118 Valle d'Aosta Soccorso, la conoscenza della modulistica necessaria allo svolgimento delle attività di trasporto sanitario e conoscenza delle normative in materia di emergenza sanitaria. Particolare attenzione viene dedicata anche alle conoscenze sui principi di innesco di un incendio e come trattarli con l'utilizzo degli estintori grazie alla collaborazione con il Comando Regionale dei Vigili del Fuoco.

Durante la parte pratica l'aspirante volontario del soccorso apprende alcune nozioni di anatomia e fisiologia, rilevazione e mantenimento dei parametri vitali adulto-pediatrico ed una breve introduzione sull'aspetto psicologico del soccorso. Grazie alla preziosa collaborazione instaurata tra la Federazione, l'Azienda USL Valle d'Aosta ed il Corpo Regionale Vigili del Fuoco l'aspirante volontario del soccorso può acquisire le capacità necessarie al corretto utilizzo dei dispositivi di prelevamento-immobilizzazione e dei sistemi antincendio in dotazione ai mezzi di soccorso sanitario. Alla fine di questo modulo è previsto un test scritto che permette l'accesso al modulo B oppure, per chi decide di effettuare esclusivamente trasporti sanitari, di accedere direttamente all'esame finale pratico.



Modulo B

IMG_2958(AVTSS – ausiliario volontario del trasporto e soccorso sanitario) – 35 ore

Questo modulo di approfondimento di alcune nozioni apprese durante il precedente modulo prevede anche l'interazione con l'elisoccorso, i Vigili del Fuoco e l'Arma dei Carabineri. Il personale tecnico di elisoccorso, supportato dal personale sanitario dell Azienda USL, provvede alla formazione dell'aspirante volontario del soccorso esponendo le nozioni di autoprotezione, sicurezza della scena e procedure per un corretto “rendez-vous” con l'elicottero di soccorso. Vengono approfondite con cura le manovre di estrazione ed immobilizzazione dal veicolo incidentato con l'ausilio del Vigili del Fuoco e del personale tecnico e sanitario del sistema 118 Valle d'Aosta Soccorso.

Con i funzionari dell’Arma dei Carabinieri si apprendono informazioni base sul corretto approccio del Soccorritore in ambienti e scenari soggetti a eventi criminosi.

In questa fase è inserito il corso PTC (Prehospital Trauma Care – modulo base), della durata di 8 ore, necessario per un corretto approccio e trattamento pre-ospedaliero del paziente traumatizzato secondo le linee guida IRC (Italian Resucistation Council). Anche alla fine di questo modulo è previsto un test scritto che permette l'accesso all'esame pratico finale, a seguito del quale, in caso di esito positivo, viene rilasciata la tessera di riconoscimento personale di AVTS o AVTSS. 

Referenti:
Maria MORABITO


email maria morabito
Sito Regione Autonoma Valle d'Aosta - Formazione